Login    Iscriviti

Debian: guida al terminale

Se hai problemi nella gestione del tuo server, questa è la sezione giusta.
  • Autore
    Messaggio

Debian: guida al terminale

Messaggio da leggereda frozenwolf » domenica 30 settembre 2012, 23:54

Quale utente Linux non ha mai avuto bisogno di una raccolta di comandi base per gestire il suo sistema operativo al migliore dei modi da terminale?

Questa pagina nasce in loro supporto, qui dentro infatti creerò una raccolta di più comandi base possibili, in modo da venire in aiuto di coloro che ne cercano uno per compiere la rispettiva operazione. Questa raccolta riguarda i possessori dei sistemi operativi Debian e Debian-like (come Ubuntu). Per i possessori di altri sistemi, come Slackware, alcuni comandi possono cambiare. Probabilmente in futuro estenderò questa raccolta anche per loro.

Per una migliore visualizzazione della pagina, ho raggruppato le varie operazioni con dei link, cliccando sopra l’operazione che vi interessa sarete rediretti al comando utile per i vostri scopi.

Non esitate a scrivermi se qualcosa non vi fosse chiara.

COMANDI INSTALLAZIONE E AGGIORNAMENTI DA REPO

Definizione di repo (repository)

Il repository è a tutti gli effetti un archivio ordinato dove sono raccolti i pacchetti (siano essi pacchetti binari o sorgenti) in modo ben organizzato e costantemente aggiornato. Per ottenere più informazioni potete dirigervi qui.



Modifica della lista dei repo

La lista dei repo è nella directory /etc/apt/sources.list e per modificarla basta digitare prima il nome dell’editor di testo con cui lo si vuole aprire e poi la directory sopra citata. Quindi, se vogliamo aprirlo con Gedit (editor di testo visuale) digiteremo:

gedit /etc/apt/sources.list

Se vogliamo aprirlo con Nano (editor di testo su console) digiteremo:

nano /etc/apt/sources.list

Con Vim (altro editor di testo per console):

vim /etc/apt/sources.list

E così via. Vi ricordo che questo file ha i permessi di scrittura riservati all’amministratore (root) o ad un sudoer. Se avete impostato al vostro utente i permessi di sudoer, o siete su Ubuntu, vi basterà aggiungere sudo prima di ogni comando (“sudo gedit” invece di “gedit”, ad esempio) per avere i permessi di scrittura e poter salvare il file. Se siete root, potete copiare ed incollare i comandi citati sopra sul terminale senza modificarli nella sintassi.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo .



Aggiornamento del sistema operativo

Dovrete lanciare due comandi:

apt-get update

apt-get dist-upgrade

Queste operazioni possono essere fatte solo da un sudoer o da un root. Se usi Ubuntu, o se hai assegnato al tuo utente i permessi di sudoer, basta aggiungere sudo prima di ogni comando (“sudo apt-get update”, “sudo apt-get dist-upgrade”), altrimenti basta accedere come root e copiare ed incollare i due comandi così come sono, senza il bisogno di aggiungere nulla.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo .



Installazione di un programma o di un pacchetto

Se vogliamo installare un programma o un pacchetto presente nei repo a vostra disposizione, ci basterà semplicemente digitare da terminale:

apt-get install programma

Se vogliamo installare, ad esempio, VLC, digitiamo:

apt-get install vlc

Il nome del programma, e la possibilità di installarlo in questo modo, dipendono dalla presenza dei pacchetti nella vostra lista repo e dal loro nome. Una lista completa dei pacchetti repo presenti nel vostro sistema la avete andando su Sistema –> Amministrazione –> Gestore pacchetti Synaptic, e per poterli installare ovviamente avrete bisogno di permessi di sudoer o di root.

Se avete Ubuntu o se avete impostato al vostro utente normale i permessi da sudoer, aggiungete sudo prima del comando, altrimenti se siete root potrete digitarlo senza aggiungere altro alla sintassi. Se il vostro programma non compare nell’elenco, ma avete trovato in giro dei repository che lo includono (righe di testo), per utilizzarle dovrete integrarle nella vostra lista repo, seguite il link correlato “Modifica della lista dei repo”.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo ; Modifica della lista dei repo.



Disinstallazione base di un programma o di un pacchetto

Le regole sono le stesse dell’operazione di installazione descritta subito qui sopra, dobbiamo solo disinstallare un programma già installato in quel modo. Digitiamo:

apt-get remove programma

Se vogliamo rimuovere VLC:

apt-get remove vlc

Questo tipo di disinstallazione disinstalla il programma, ma lascia i pacchetti necessari alla sua installazione all’interno del sistema, è utile se si tratta di una disinstallazione temporanea in quanto alla sua eventuale reinstallazione successiva non si dovrà riscaricare, ma se si è intenzionati a disinstallare totalmente un’applicazione e liberare completamente lo spazio che occupa seguite il link correlato “Disinstallazione completa di un programma o di un pacchetto”.

Ad ogni modo, per poter eseguire il comando di disinstallazione descritto avrete bisogno di permessi di sudoer o di root. Se avete Ubuntu o se avete impostato al vostro utente normale i permessi da sudoer, aggiungete sudo prima del comando, altrimenti se siete root potrete digitarlo senza aggiungere altro alla sintassi.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo ; Disinstallazione completa di un programma o di un pacchetto .



Disinstallazione completa di un programma o di un pacchetto

La differenza tra questa disinstallazione e quella base consiste nella liberazione completa dello spazio occupato dal programma che vogliamo rimuovere dal sistema. Con questo tipo di disinstallazione, infatti, oltre a disinstallare il programma dal sistema, cancelleremo anche i pacchetti che altrimenti non verrebbero rimossi, e che occuperebbero spazio inutile nel caso in cui non avessimo alcuna intenzione di reinstallare in futuro il programma. Digitiamo:

apt-get remove --purge programma

Oppure:

apt-get purge programma

Se vogliamo rimuovere VLC:

apt-get remove --purge vlc

O in alternativa:

apt-get purge vlc

WordPress corregge automaticamente i caratteri, se con il copia e incolla il sistema vi rifiuta la sintassi vi anticipo che è perchè ci vuole un doppio trattino dove ce n’è uno unico, quindi “trattino trattino purge”.

Ad ogni modo, per poter eseguire il comando di disinstallazione descritto avrete bisogno di permessi di sudoer o di root. Se avete Ubuntu o se avete impostato al vostro utente normale i permessi da sudoer, aggiungete sudo prima del comando, altrimenti se siete root potrete digitarlo senza aggiungere altro alla sintassi.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo.



Reinstallazione di un programma o di un pacchetto

Se abbiamo un programma già installato nel sistema, ma per un qualsiasi motivo volessimo reinstallarlo, il comando è:

apt-get install --reinstall programma

Se vogliamo reinstallare VLC:

apt-get install --reinstall vlc

WordPress corregge automaticamente i caratteri, se con il copia e incolla il sistema vi rifiuta la sintassi vi anticipo che è perchè ci vuole un doppio trattino dove ce n’è uno unico, quindi “trattino trattino reinstall”.

Ad ogni modo, per poter eseguire il comando di reinstallazione descritto avrete bisogno di permessi di sudoer o di root. Se avete Ubuntu o se avete impostato al vostro utente normale i permessi da sudoer, aggiungete sudo prima del comando, altrimenti se siete root potrete digitarlo senza aggiungere altro alla sintassi.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo.



Rimozione di un pacchetto non disinstallato completamente

Se avete già disinstallato con la disinstallazione base un programma, con molte probabilità avrete ancora nel sistema il pacchetto intatto e non rimosso, che vi occupa spazio inutile se non volete reinstallarlo.

Per rimuovere completamente i pacchetti già disinstallati, digitare:

dpkg -P programma

Se volessimo “purgare” VLC:

dpkg -P vlc

Potete anche ripulire la vostra cache digitando:

apt-get clean

O anche:

apt-get autoclean

Vi segnalo oltretutto un interessantissimo script per lo scopo, nel caso in cui non ricordaste i pacchetti non purgati presenti nel vostro sistema: purga (clicca per entrare nel blog dell’autore e scaricare lo script).

Ad ogni modo, per poter eseguire il comando di “purga” descritto, anche per lo script, avrete bisogno di permessi di sudoer o di root. Se avete Ubuntu o se avete impostato al vostro utente normale i permessi da sudoer, aggiungete sudo prima del comando, altrimenti se siete root potrete digitarlo senza aggiungere altro alla sintassi.

Link correlati che vi possono essere utili: Accesso da root ; Sudoers, compiere operazioni con sudo.



Ricavo dei sorgenti dei pacchetti repo da aptitude

A volte può esserci utile il download di codici sorgente, magari per correggere da noi una compilazione errata, o ricompilarlo reindirizzando delle dipendenze, o qualsiasi altro motivo.

Possiamo farlo da aptitude, semplicemente con il comando:

apt-get source programma

Se volessimo ottenere i source di VLC:

apt-get source vlc

Non sono richiesti particolari permessi, per cui potete farlo anche da semplici user, il risultato non cambia.
Immagine
Avatar utente
frozenwolf
 
Messaggi: 29
Iscritto il: martedì 11 settembre 2012, 23:34
Località: Torino

Torna a Gestione Server

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Torna all'indice