Login    Iscriviti

Cascata di problemi dopo scansione BitDefender

Spiegaci il tuo problema e ti aiuteremo a risolverlo
  • Autore
    Messaggio

Cascata di problemi dopo scansione BitDefender

Messaggio da leggereda boboskji » martedì 10 ottobre 2017, 8:19

Mi spiego meglio e cercherò di dare alcune specifiche. Tutto è iniziato a causa di una cattiva installazione dell 'antivirus BitDefender Total security 2018 sul mio portatile Acer acquistato con Windows 10 preinstallato (originariamente l'OS era win 8). Non so se a causa di una cattiva installazione (a cui non ho fatto seguire subito un riavvio) o se invece per conflittualità con l'antimalware ( malwarebytes premium, mentre windows defender l'ho disattivato dal registro di sitema) ma bitdefender ha iniziato a rilevarmi molti falsi positivi(non file ambigui ma file normalissimi , con regolare signatura) , non permettendomi neppure di scegliere se ignorarli , ma cancellando direttamente i file in questione.

Oltre ad aver cancellato praticamente buona parte dei file in esecuzione automatica credo debba avermi anche combinato qualche danno al registro di windows. A quel punto ho disinstallato antivvirus e antimalware e poi ho provveduto alla disinstallazione dei programmi ormai corrotti da bitdefnder. Il sistema sembrava essersi ripreso ma non del tutto, non era più stabile ed explorer era molto lento. Cosi' ho provato a lanciare non ricordo se uno scandisk o un chkdsk /f /r e Windows ha posticipato l'operazione al successivo riavvio.

Al successivo riavvio l'operazione di scan si bloccava al 10 % per tempo immemore. A quel punto spegnevo con il pulsante di avvio e al riavvio stessa situazione fermo al 10 %. Spengo ancora e da li iniziano i tentativi di ripristino automatico che si concludono in maniera fallimentare. Fino a che il sistema non si avvia più bloccandosi sul logo ACER e da li non si muove.

Tento con F8 ( e tento di avviarlo in modalità provvisoria e tutte le altre possibilità.) Tento ripristino di sistema ma non vede nessun punto di ripristino. Allora provo reimpostare windows, mantenendo i file e anche senza mantenerli, ma mi da in ogni caso errore. Insomma nessuna soluzione sembra andare a buon fine. Cosi penso sia il mbr corrotto e trovo in rete un utility bootabile da pennetta, una sorta di distro linux che promette miracoli ''rescatux''. Non l'avessi mai fatto, situazione peggiorata: con questa utility tento l'opzione ''restore mbr'' Sembra andare a buon fine ma al riavvio ricevo il messaggio no bootable device. Riavvio , tasto F2 per entrare nel setup UEFI e se prima mi vedeva il mbr di Windows ora manco più quello. mi sono rimaste le altre opzioni come CD, la rete o la chiavetta USB ma nulla per ciò che concerne windows. Provo allora tramite cmd terminale alcune soluzioni trovate in rete per il fix del mbr ma nulla. In particolare quando ne tento una che prevede l'utilizzo di diskpart in cui cerco di rendere attiva la partizione con installato l OS, mi dice che il mio disco C non è un disco primario con master boot record. Insomma qualcosa del genere. Ora ho avviato con una distro bootabile da chiavetta: ''mini-Windows medicat'' che virtualizz windows 10 e ho tentato nuovamente un chdsk su C. che sta facendo correttamente anche se ritengo sia una soluzione del tutto inutile. Da qui quali altre opzioni potrei provare? Quale può esssere il problema? La partizione con ili boot corrotta? Devo dire che cmq riesco a vederla e sono presenti tutti i file di boot. Aspetto dei consigli anche perchè prima di reinstallare vorrei provare a giocarmi qualche carta per recuperare il sistema operativo . Grazie per l'attenzione e buona giornata
boboskji
 
Messaggi: 2
Iscritto il: martedì 10 ottobre 2017, 8:10
Sistema Operativo: Windows 10
CPU: intel core i5-421OU CPU @
RAM: 12221 MB
Preassemblato:

Torna a Assistenza Software

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 3 ospiti

Torna all'indice